Roma, 13/03/2020 – “L’impegno delle aziende che si occupano anche di videogame nel frenare l’eccessivo utilizzo delle console lo conosciamo – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – in questo periodo sentiamo di dover lanciare un messaggio come associazione di promozione sociale, perché #NoiRestiamoAcasa ma ci restano anche i nostri figli che rischiano di non avere lo stesso produttivo utilizzo del tempo come chi lavora da casa in smart working. È più facile in questo periodo in cui bisogna assolutamente restare dentro casa – continua Nesci – che i più giovani si lascino trasportare dalla forza del gioco virtuale e che i genitori, presi dal lavoro da casa, non riescano a fare caso alle ore passate davanti alla televisione dai propri figli. Facciamo in modo che questo sacrificio non ci trasporti fuori dall’emergenza con un cambio radicale di abitudini. Bisogna cercare di mantenere un sano equilibrio, soprattutto quando a rimettercene potrebbero essere i più giovani. Per questo motivo chiediamo e ci facciamo anche promotori di una campagna di sensibilizzazione che coinvolga anche Microsoft s Sony – conclude Nesci – al fine di preservare lo stato psicofisico dei nostri ragazzi”. 

I commenti sono chiusi.