Roma, 10/03/2020 – “Siamo in una situazione complicata, inutile continuare a nasconderlo ed ora lo sappiamo bene tutti, ma è necessario ascoltare con attenzione le indicazioni che provengono dal Governo – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – quanto accaduto subito dopo la conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte è, purtroppo, un gesto sicuramente dettato dal panico e dalla paura, ma che può causare ulteriori problemi nei prossimi giorni. Siamo nel momento più critico di questa crisi sanitaria a quanto dicono gli esperti – continua Nesci – ma se non diamo seguito a quelle che sono le loro indicazioni, facendoci trascinare dall’istinto rischiamo di mettere in pericolo noi stessi e gli altri. Le centinaia di persone che dopo il discorso del Premier Conte si sono riversate nei supermercati hanno trasgredito proprio alle stesse indicazioni appena ricevute. Bisogna mantenere una distanza di almeno un metro e non creare assembramenti. Per altro non c’è urgenza di catapultarsi nei supermercati, in quanto la spesa necessaria è una delle cose naturalmente garantite in questo periodo. Aiutiamoci ad aiutarci – conclude Nesci – altrimenti questo periodo di sacrificio potrebbe andare ben oltre il 3 Aprile. Sento di dover dar seguito al coro che sta unendo l’Italia, #IoRestoACasa, fatelo anche voi senza farvi prendere dal panico”.