Roma, 17/04/2019 – “Stiamo proseguendo il nostro giro di inaugurazioni per il progetto Quello che le persone non dicono, un’inclusione possibile – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – questa volta tocca ai comuni di Cessaniti, Corigliano-Rossano e Olivadi, altre realtà dove è stato possibile realizzare i nostri laboratori per bambini disabili e dove le famiglie avranno modo di dare un’alternativa importante ai propri figli. I laboratori saranno un’occasione sia di divertimento che di apprendimento, siamo solo all’inizio delle attività progettuali, sentirete ancora parlare di quanto sia davvero possibile un’inclusione per questi ragazzi”

/n
/n

Quello che le persone non dicono – un’inclusione possibile è un progetto ammesso a finanziamento con decreto del Direttore generale della Direzione Generale del terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese, in data 29/12/2017 – registrato dall’Ufficio Centrale di Bilancio e dalla Corte dei Conti, a valere sulla disponibilità del Fondo di cui all’art. 72, comma 1 del decreto legislativo n. 117/2017 per l’anno finanziario 2017. Dopo l’attivazione dei laboratori di Laureana di Borrello e Nettuno, ora è il turno di Cessaniti il 18 aprile, Corigliano-Rossano il 19 aprile e Olivadi il 20 aprile.

/n
/n

“Lavoreremo sodo per portare a compimento i risultati che ci siamo prefissati nel progetto – continua Nesci – abbiamo la possibilità di rappresentare una novità per questi bambini e vogliamo farlo nel miglior modo possibile. Le difficoltà per queste famiglie sono quotidiane, noi vorremmo provare ad alleggerire in parte le loro giornate. È un momento storico molto complicato – conclude – c’è bisogno di grande umanità, di pensare a fare il bene di chi combatte con qualcosa di più grande di sé”.

/n