“Finalmente si iniziano ad intravedere i primi segnali di ripresa dopo anni di contrazione dei consumi, causati principalmente da azioni sbagliate che non hanno fatto altro che incidere sulle possibilità di spesa per le famiglie italiane – afferma Denis Nesci, Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. – nel 2014, dopo due anni di calo, si registra una crescita del reddito disponibile ma, soprattutto, finalmente si ricomincia a sentir parlare di risparmio, un vocabolo diventato un vero e proprio tabù”.