“Sono passati più di sei mesi da quando la nostra associazione ha segnalato a Ferrovie dello Stato i problemi che sono stati riscontrati dai viaggiatori over size, senza ottenere un pronto intervento da parte della stessa; – afferma il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con, Denis Nesci – se continuerà questo stato di inerzia saremo costretti ad intervenire con un’azione giurisdizionale per tutelare il diritto di parità di trattamento, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 9.7.2003 n.215”.