I legali dell’Unione per la difesa dei consumatori presenteranno domani un esposto, “affinchè” la procura di Gela svolga le opportune indagini in relazione alla fuga di gas che ieri, nel quartiere Giardinelli a est della città, ha fatto saltare cinque tombini e mobilitato vigili del fuoco, protezione civile e forze dell’ordine.
Il sindaco, Rosario Crocetta, ha già inviato una nota di protesta alla “Siciliana Gas”. Pare infatti- dice Denis Domenico Nesci, presidente nazionale dell’Unione per la difesa dei consumatori- che le squadre di manutenzione di questa società, non siano mai intervenute, nonostante da circa un anno e mezzo i cittadini segnalassero gli odori sgradevoli dovuti a una perdita di metano permanente. Se quanto afferma il sindaco di Gela corrispondesse al vero, la condotta negligente della società sarebbe palese e molto grave”.