Partenze estive alle porte e voglia di risparmiare, attenzione però perché le truffe sono sempre in agguato, soprattutto da parte di compagnie aeree low cost. Nell’occhio del mirino questa volta è capitata Ryanair, che ha messo in vendita 5 milioni di posti per le maggiori tratte europee ad un costo minimo di 10 euro, per tratta e persona, specificando all’ultimo passaggio della prenotazione le commissioni sulla carta di credito. Secondo quanto diffuso dall’Antitrust, “la mancata specificazione del costo relativo alla carta di credito, peraltro da corrispondere non per singola transazione, ma per ogni tratta e per ogni passeggero, induce in errore il consumatore proprio nella fase di prenotazione, ove viene offerta contestualmente la possibilità di procedere all’acquisto anche del volo di ritorno”.
Non c’è alcun dubbio quindi, che  siamo di fronte ad una pubblicità ingannevole, poichè il costo finale da addebitare all’atto dell’acquisto non corrisponde a quanto reclamizzato e, soprattutto, non “consente al pubblico dei consumatori di percepire in maniera precisa e sufficientemente immediata l’esborso complessivo finale previsto per l’acquisto del volo pubblicizzato”.

“Nel periodo estivo sono centinaia le segnalazioni di questo tipo che giungono alle nostre sedi, in particolar modo quelle che riguardano l’acquisto online del biglietto, – afferma l’Udicon (unione per la difesa dei consumatori)- vi consigliamo di fare massima  attenzione, dunque, anche alle clausole di acquisto e alle commissioni addebitate sulla propria carta di credito al momento della transazione. Rivolgetevi alla nostra associazione per qualsiasi disservizio, o se pensate di essere stati truffati, noi faremo di tutto per far valere i vostri diritti.”