Ecco finalmente una buona notizia per i soggetti di età pari o superiore a 75 anni, infatti dal 2008, coloro che avranno un reddito proprio e del coniuge non superiore complessivamente a euro 516,46 per tredici mensilità, vedranno abolito il pagamento del canone RAI esclusivamente per l’apparecchio televisivo ubicato nel luogo di residenza.

L’Udicon (Unione per la difesa dei consumatori) informa però che l’esenzione ha validità annuale, pertanto l’istanza corredata della documentazione aggiornata, deve essere rinnovata ogni anno.
Qualora il canone fosse già stato pagato, pur rientrando nelle direttive dell’esenzione, si avrà diritto al rimborso della somma corrisposta, previa presentazione della documentazione.  Per l’abuso è comminata una sanzione amministrativa, in aggiunta al canone RAI dovuto ed agli interessi di mora, d’importo compreso tra euro 500 ed euro 2.000 per ciascuna annualità evasa.