METROPOLITANA DI MILANO, U.DI.CON.: “CHIEDIAMO CHIARIMENTI PER EVITARE EPISODI ANCOR PIÙ GRAVI”


click 274 Stampa


Milano, 06/03/2019 – “Quanto è successo sul treno della metropolitana di Milano è un episodio gravissimo – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci – oltre ad aver provocato lesioni fisiche ad alcuni passeggeri, ha arrecato numerosi disagi e disservizi agli altri passeggeri. Da quanto emerge dai media, questo non è un episodio a sé stante ma è l’ennesimo che mette in pericolo l’incolumità dei cittadini che ogni giorno frequentano le stazioni della metro per raggiungere il luogo di lavoro, oltre ai numerosi turisti che popolano il capoluogo lombardo”.

Lunedì mattina poteva cascarci il morto nella metropolitana di Milano, precisamente nella stazione Loreto. Le cause sono ancora da accertare ma i disagi causati ai passeggeri sono stati molteplici tra treni persi, ritardi a lavoro e un grande spavento generale.

“Stando agli ultimi dati emersi – continua sulla stessa linea il Presidente Regionale dell’U.Di.Con Lombardia Peppino Falvo - sono circa 1 milione e mezzo i cittadini che giornalmente viaggiano sui treni della metropolitana, più di 500 milioni in un anno e questi dati non possono essere sottovalutati perché c’è in ballo la salute delle persone. Non possiamo considerare questo episodio come un caso limite perché lo scorso anno sono avvenuti più di 50 episodi di questo tipo e chi prende la metropolitana deve essere messo in una condizione di sicurezza. Per questo motivo– conclude Nesci – abbiamo presentato una nota di chiarimenti all’Amministrazione comunale e ad ATM per far luce sulla vicenda ed evitare altri episodi spiacevoli che potrebbero arrecare altri danni ai cittadini”.



06/03/2019