STRAGE DI CAPACI, U.DI.CON: UN RICORDO VIVO CHE DEVE ESSERE TRASMESSO ALLE GENERAZIONI FUTURE


click 153 Stampa


COMUNICATO STAMPA

Strage di Capaci, U.Di.Con: un ricordo vivo che deve essere trasmesso alle generazioni future

Roma, 23/05/2017 – “Sono passati venticinque anni, eppure il ricordo di quella strage è ancora vivo nella mente di milioni di italiani che hanno assistito ad una delle stragi più crudeli della storia italiana– il pensiero del Presidente Nazionale dell’U.Di.Con., Denis Nesci nel giorno del venticinquesimo anniversario della strage di Capaci – dobbiamo continuare a rendere omaggio agli eroi che hanno combattuto con le armi della legalità e della giustizia contro un sistema fortemente radicato nella società, la storia della lotta alla mafia, una parola che all’epoca faceva paura, deve essere insegnata già alle scuole elementari, affinché la morte dei due magistrati Falcone e Borsellino sia un esempio per le generazioni future”.

Anche l’Unione per la Difesa dei Consumatori interviene in occasione del venticinquesimo anniversario dalla morte del magistrato siciliano, Giovanni Falcone, della moglie, Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro , una giornata completamente dedicata al ricordo di chi ha perso la sua vita per un’ideale, una giornata che ha coinvolti gli studenti delle scuole italiane che parteciperanno ad eventi ed iniziative.

Anche l’U.Di.Con si unisce a questa giornata – conclude Nesci - ribadendo la propria avversione a qualsiasi tipo di mafia e terrorismo”.



23/05/2017